HOME      ALIMENTAZIONE NATURALE        PRIMI PIATTI                  SECONDI PIATTI       DOLCI PER COLAZIONE        DOLCETTI DEL MONDO      TORTE DECORATE E DOLCI      TORTE SALATE E PIZZE            RICETTE PASQUA       RICETTE NATALE       CARNEVALE      COPYRIGHT         COLLABORAZIONI


Icona RSSIcona-facebookIcona-twitterIcona-google+Follow Me on Pinterest

26 gen 2013

Torta a scacchi



TORTA A SCACCHI
Per la torta:
250 g di burro più quello per imburrare gli stampi,
375 gr. di farina,
1 bustina di lievito per dolci,
45 gr. di cacao in polvere,
300 gr. di zucchero a velo,
6 uova,
2 cucchiaini di essenza di vaniglia,
125 gr.  di cioccolato fondente,
2 cucchiai di cacao in polvere per decorare.

Per lo sciroppo:
125 ml. di acqua,
100 gr. di zucchero,
2-3 cucchiai di kirsc.

Per la glassa di marmellata di lamponi:
100 gr. di marmellata di lamponi,
2-3 cucchiai di acqua.

Per la ganache al cioccolato:
250 gr. di cioccolato fondente,
250 gr. di panna da montare.

Per la fascia di cioccolato:
30 gr. di cioccolato fondente.

Servono 3 teglie del diametro di 20 cm. e 2 tasche da pasticcere.

Adesso armatevi di ciotole e tanta pazienza...


Preriscaldate il forno a 190°; imburrate le tortiere, foderatele con carta da  forno ed imburrate la carta. 



Provvedete subito a setacciare la farina con il lievito e dividerla in due ciotole. In una delle ciotole setacciate il cacao. Sbattete con il frullino elettrico il burro in una ciotola grande fino ad ottenere un composto cremoso poi unite lo zucchero e continuate a sbattere finché  non diventa morbido e raddoppia il volume. 
Aggiungete il primo uovo ed incorporarlo, poi procedete ad aggiungere le altre uova, una alla volta, seguendo lo stesso procedimento. Fate in modo che le uova non siano fredde altrimenti il composto tende a separarsi, se vi dovesse capitare scaldate la ciotola a bagnomaria.
Dividete l'impasto a metà trasferendole in due ciotole, in una aggiungerete il contenuto della ciotola con il cacao e nell'altra il contenuto della ciotola con la farina. Mescolate bene e poi provvedete a riempire una tasca da pasticcere con il miscuglio bianco e l'altra con il composto bianco.

Prendete due teglie e cominciando dall'esterno formate con le tasche un anello scuro, passate poi a delineare un anello bianco e terminate con uno al cacao (io questa volta ho cominciato dall'interno).
Lo schema sarà: anello al cacao-anello bianco-anello al cacao-anello bianco-anello al cacao. Nella terza tortiera lo schema  sarà al contrario: bianco-cacao-bianco-cacao-bianco. 

Mettete in forno e cuocete per 15-20 minuti, quando i bordi cominceranno a staccarsi dalle pareti delle tortiere vuol dire che sono pronte (sempre valida la prova dello stuzzicadenti). Mentre tutto é in forno a cuocere, preparate lo sciroppo facendo sciogliere lo zucchero nell'acqua e bollire per 1 minuto. Quando sarà freddo unite il kirsch. 
Per la glassa sciogliete in un tegamino, sul fuoco, la marmellata con un  po' di acqua.
Se volete potete filtrarla con un colino. Io non lo faccio va bene la pazienza ma meglio non consumarla tutta visto che non siamo alla fine! 
Intanto sarete pronti per sfornare le tortiere e spennellare bene su ogni torta ancora calda lo sciroppo. 
Estraete le torte e spennellate  dall'altra parte, fate in modo che siano ben inumidite altrimenti il dolce risulterà secco. Cominciate ora a montarle. 
Sulla prima torta, comincerete da quella con lo strato esterno al cacao, spennellate la glassa ai lamponi, ponete ora sopra quella con lo strato esterno bianco e spalmate con la marmellata e alla fine.... mettete l'ultima torta (strato esterno cacao). Ci siete? E allora continuiamo.
Preparate la crema ganache tagliando il cioccolato a pezzetti, più piccoli saranno meglio si scioglierà. Mettete in un pentolino sul fuoco la panna fino a che non bolle e poi versatela sul cioccolato. Sbattete inizialmente con una frusta e poi vi conviene usare lo sbattitore elettrico fino a quando la crema si raffredderà e diventerà morbida, servono all'incirca 10 minuti minuti. Bisogna fare attenzione che il composto non diventi duri (cosa che accade se viene sbattuto troppo) ricordando che deve essere spalmato. Ora terrete da parte 1/3 della crema per la superficie della torta e con l'altro, con l'aiuto di un coltello a spatola ricoprirete i bordi della torta e terminerete spalmando il resto sopra.
Sciogliere a bagnomaria 30 g di cioccolato fino a scioglierlo poi spalmatelo ancora tiepido su una striscia di carta da forno (provvederete prima a prendere le misure sulla torta sia dell'altezza che della circonferenza).
A dire il vero il cioccolato andrebbe temperato, per chi vuole il procedimento veloce é: invece di spalmarlo mettere il contenitore in una ciotola contenente  acqua fredda e mescolare continuamente fino a farlo arrivare a 27° quindi riportarlo a bagnomaria fino a farlo arrivare alla temperatura di 30° circa. Avvolgete la striscia di cioccolato intorno alla torta tenendo la carta verso l'esterno e tagliando la parte eccedente.



E ora finalmente mettete la ganache rimasta in una sacca da pasticcere con il beccuccio liscio e decorate la superficie della torta con delle gocce cominciando dall'esterno come a formare dei cerchi concentrici. Spolverate la torta con del cacao, che avrete messo in un setaccio, e ponete in frigo.
Dopo un'oretta la torta sarà fredda e la striscia di cioccolata bella dura  e voi siete arrivati al MOMENTO FINALE: togliete piano, piano la carta dalla striscia di cioccolato e trasferite il dolce su un piatto da portata tenendola in frigo fino al momento di gustarla.


Se lasciarete passare un po' di tempo e quindi se la preparerete il pomeriggio per il giorno dopo avrete due vantaggi:la torta sarà più buona e voi davanti a vostri ospiti non sarete stravolti.



E' una torta che io preparo per grandi occasioni da condividere con molte persone care e quindi faccio la dose doppia ma non resta quasi mai una fettina da sbocconcellare a colazione!
Successo assicurato per l'estetica, le fette si presenteranno a scacchiera, per la bontà, piace anche a chi in genere non predilige i dolci al cioccolato, per la spensieratezza che occorre per gustarla, non bisogna pensare alle calorie!

2 commenti:

  1. Che capolavoro!!! Ci credo che la fai per le occasioni speciali!!!

    RispondiElimina