HOME      ALIMENTAZIONE NATURALE        PRIMI PIATTI                  SECONDI PIATTI       DOLCI PER COLAZIONE        DOLCETTI DEL MONDO      TORTE DECORATE E DOLCI      TORTE SALATE E PIZZE            RICETTE PASQUA       RICETTE NATALE       CARNEVALE      COPYRIGHT         COLLABORAZIONI


Icona RSSIcona-facebookIcona-twitterIcona-google+Follow Me on Pinterest

22 feb 2010

RAVIOLI CON LA RICOTTA DOLCI SALATI DI CARNEVALE

Questo  piatto,  dolce  e  salato nello stesso tempo, è  tipico del mio paese, San Giovanni Rotondo. I ravioli  fatti con  sfoglia di pasta di grano duro  sono farciti  con  ricotta e  zucchero e si   mangiano  condito con ragu' di carne e formaggio pecorino grattugiato. Si  preparano  generalmente durante il perido di Carnevale. Hanno  un sapore un po' particolare  della serie...." o li ami o li odi". Io ci vado matta!

Per il ripieno:
500 gr. di ricotta, 
un uovo intero,
90 gr. di zucchero semolato,
un cucchiaino scarso di cannella in polvere.
Per la sfoglia:
 farina  di semola di grano duro 
 (un pugnetto a testa di farina più uno per la farcia),
 due uova  (possibilmente biologiche),
150 gr. acqua
un pizzico di sale.


Mescolate tutti gli ingredienti per la farcia con una forchettina  in modo da ottenere un impasto cremoso e vellutato. 


 Mia  madre pesa la farina della sfoglia a  pugnetti: un pugnetto a testa di farina di grano duro  più uno.


Mettete  la farina a fontana sulla spianatoia, fate un buco al centro, aggiungete tutti gli ingredienti.


Impastate  in modo da ottenete un impasto liscio  ma non morbidissimo, deve essere un po' duro.


 Spolverate il piano di lavoro con un po' di farina...


Procedere in questo modo: fate un rotolone lungo circa 70 cm;
 ripiegatelo in tre  su se stesso e continuate a rimpastare.



 Ripetete questa operazione più volte.



Fate un panetto: copritelo con un piatto o un canovaccio e fatelo riposare  per circa 15 minuti. 


Tagliate l'impasto in 5-6 panetti;


schiacciateli  con le mani  per assottigliarli,  infarinateli; 



passeteli  nella macchina per la sfoglia, al livello più alto prima e poi al penultimo
 (quello più sottile); spolverate il piano di lavoro  con la  farina e adagiate le sfoglie.  



Dovetete ottenere sfoglie  larghe all'incirca 15 cm,  più o meno la larghezza della macchina.


 Ponete mezzo cucchiaio colmo della  farcia alla ricotta sulla sfoglia e  ripiegatela in due.



Date una prima forma ai ravioli premendo  con entrambe le mani sulla sfoglia.


Ritagliateli con una rotellina smerlata, schiacciando  leggermente  con le dita lo smerlo dei ravioli. 
Questo bellissimo  testo  di  G. D'Alessio , " Le mani",  lo dedico alla mia mamma. 
Le mani...
queste sono le tue mani...
Cosi piccole che una carezza
fatta sul mio viso non mi basta mai..
Domani ...
Io con le mie mani
ruberò dal sole un raggio d'oro
e poi fra le tue dita te l'avvolgerò...
E nel palmo delle nostre mani
accoglieremo il tempo che ci cambierà

e accarezzeremo anche le rughe
della nostra età...


Ed ecco i ravioli!
Poneteli su  un vassoio infarinato; fate un piccolo  avvallamento al centro del raviolo  con il pollice (serve per non far sciovolare il ragu'). Questo piatto si condisce con ragù misto di carne...


e  formaggio   pecorino pugliese.  

17 feb 2010

TORTA DECORATA AL CIOCCOLATO

 QUANTO E' BELLO IL PRIMO AMOR .....IL SECONDO E' PIU' BELLO ANCOR!

Questa è la mia seconda torta al cioccolato bianco plissè. Mi fa piacere mostrarvela...

Gli ingredienti, già pubblicati,  li trovate qui e qui.


Sono felice per come mi  venuta, tranne per le decorazioni con la panna,
ho una sac a poche  tutta rotta che ha messo a dura prova la mia pazienza!

Da oggi inizia il mio periodo di quaresima...sigh!
 Un bacio
Clementina




15 feb 2010

TORTA AL CIOCCOLATO BIANCO PLISSE'


Questa è la torta che ho preparato per l'anniverario di matrimonio dei miei genitori, il giorno di San Valentino. La torta è quella al cioccolato Clerici. La bagna è stata fatta con il preparato all'essenza di cherry. La crema è quella al cioccolato fatta con: 4 tuorli, 4 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di farina, 1/2 litro di latte e  mezzo cubetto di cioccolato fondente per dolci. Ho distribuito la panna su tutta la torta livellandolo con una lama. 

Ho adagiato  le strisce di pasta al cioccolato  plastico sulla torta, piegandole  e sovrapponendole  leggermente. 

 

Le rose gialle di zucchero  le avevo comprate tempo fa  e mi sembravano perfette
 per questa torta.  

Infine, ho spolverizzato la torta  con del cacao amaro. 
Il mio voto:10 e lode

DECORARE CON IL CIOCCOLATO PLASTICO

  

Ho deciso di decorare la torta al cioccolato Clerici con il cioccolato plastico. 
INGREDIENTI:
200 GR. DI CIOCCOLATO BIANCO,
1 CUCCHIAIO DI ACQUA,
1 CUCCHIAIO DI  MIELE
Per non far attaccare il cioocolato plastico sul piano di lavoro un po' di  zucchero a velo..
Di solito per il cioccolato plastico si usa il glucosio  ma  ho letto in rete  che viene molto bene anche con il miele. Non avendo il glucosio ho optato per la seconda soluzione.


 Fate sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria;


                             aggiungete il miele e l' acqua;




Mescolate velocemente, con un cucchiaio, fino a che il composto non si stacca dalle pareti.
Ho letto che le decorazioni con il  cioccolato plastico si spaccano  facilmente e  non vanno preparate prima. E' importante però, preparare il panetto qualche giorno prima.


Avvolgetelo con della pellicola  trasparente e conservarlo in frigo, dentro un contenitore a chiusura ermetica, almeno per 24 ore.
Tirate il panetto  dal frigo  mezz'ora  prima di lavorarlo. Schiacciatelo bene  con le mani o sertvitevi di un  mattarello.



Passate   più volte il panetto nella macchina per la sfoglia  inizialmente al livello più alto e  successivamente,  


 a quello più basso  (non deve essere una sfoglia " trasparente" altrimenti  si spacca). Spolverizzate il piano di lavoro  e la macchina per la sfoglia con un po' di zucchero a velo. 



L'effetto plissè è di grande effetto ed è facile da realizzare. Posterò al più presto la torta al cioccolato plissè.

11 feb 2010

TORTA AL CIOCCOLATO CLERICI

Questa torta al cioccolato è semplicemente squisita. E' molto più leggera, .... ihihihi,  di quella pubblicata  tempo fa.
E stata realizzata assiema a mia zia Maria... che ha pensato bene di rubare la ricetta alla  signora Clerici.
Vi passo gli ingredienti:
200 gr.farina,
4 uova intere,
100 gr. di burro,
200 gr. cioccolato fondente,
100 gr. zucchero,
100 gr. di latte,
una bustina di lievito  per dolci.
Sciogliete,  a fuoco  bassissimo, in un pentolino il burro  con  il cioccolato fondente a pezzettini  e 50 gr. di latte.

Sbattete     per qualche minuto le  uova,  lo zucchero e  il restante  latte; aggiungete la farina setacciata.


Ponete  il composto  caldo, sciolto in precedenza,  nello sbattitore assieme agli altri ingredienti. Per ultimo...  il lievito. 


Mescolate velocemente  tutti gli ingredienti...

Ungete e infarinate  una teglia del diametro di circa 24 cm. e versate il composto. Infornate in forno caldo  statico a 180 gradi, (io ho usato il forno a  170°), per  circa 40 minuti. Se non volete  consumarla presto, una volta fredda, avvolgetela in una pellicola trasparente e conservatela in frigo. Si conserva bene per alcuni giorni. E' ottima!

Buon San Valentino, Clementina.   


'

04 feb 2010

IDEE AL CIOCCOLATO... PER SAN VALENTINO


Il mare spesso
parla con parole lontane,
 dice cose che nessuno sa.
 Soltanto quelli che
conoscono l'amore
 possono apprendere
 la lezione dalle onde,
che hanno il movimento del cuore.
Romano Battaglia
  
Un'idea originale e speciale per San Valentino....ok!
Procuratevi del cioccolato al latte e degli stampi in silicone.


 Fate sciogliere il cioccolato al latte a bagnomaria in un pentolino.



Versate il composto liquido nello stampo, battetelo  in modo a  da far fuoriuscire l'aria  e  far penetrare la cioccolata in tutte le fessure.


Ponete a cristallizzare nel frizeer per pochi minuti. Questo cuore è stato realizzato senza lo stampo, ho semplicemente  utilizzato una forma. Ho steso il cioccolato caldo su della carta da forno, tagliato con una lama  e  decorato con perline argentate.   

A  presto, Clementina